header image
 

117 TOPOLOGIA DI MANHATTAN

Sono uscito presto di casa. Lungo la strada, il sole sorgeva dietro i monti. Dalla parte opposta, le ombre si accorciavano, lasciando per terra il colore giallo dei campi. A presto, ho lasciato detto, senza invece lasciare intendere quando, e dove, questo ‘presto’ avrà un termine. Il volo è durato a lungo. Quando ho visto sfilare sotto la pancia del 767 le sabbie bianche di Long Island, ho capito che il JFK era lì davanti. Un momento prima di atterrare, nella cornice del finestrino è apparso un tratto di highway, uno svincolo stradale su tre livelli, una geometria di corsie e rampe intricate come in un piatto di spaghetti. Le automobili procedevano con pulsazioni di movimento, come in una rappresentazione della circolazione sanguigna; ovunque, i taxi gialli. Ecco la prima cosa americana che vedo, ho pensato.

La mappa mentale di una città è una personale rappresentazione dello spazio. Nasce dalla conoscenza progressiva, dall’esplorazione. E’ costruita, tratto dopo tratto, con punti, cerchi e linee. E’ tracciata seguendo quelle forze centrifughe che portano dal noto verso l’ignoto, in bianco e nero, o con i colori delle emozioni, come quelli delle linee della subway. La rete delle connessioni tra luogo e luogo, si accresce come una struttura neuronale, disegnando un sistema nervoso complesso che non ha ragione di essere nelle sue parti, ma nell’irripetibile risultato complessivo, come il cervello umano, come New York.

Il disegno della mia mappa mentale di Manhattan inizia con la topologia delle lunghe avenue, orientate da sud a nord, e delle street, perpendicolari a queste, e orientate da est verso ovest; la logica è semplice, come le coordinate su un piano cartesiano. Dall’estremità meridionale di Battery Park, ci si muove verso nord, dalla Downtown, fino alla Uptown, lasciando a destra lo Eastside, lambito dall’East River, e a sinistra lo Westside, lambito dallo Hudson River. Semplice, come bere un bicchiere d’acqua.


~ di Sandro on 21 Giugno 2013.

I commenti sono chiusi